Gli Arancini alla siciliana, sono una tipica ricetta tradizionale siciliana. Sembra che la ricetta sia stata importata dagli Arabi, che erano soliti mangiare riso con spezie e carne.
In seguito alla corte di Federico II, si cominciò a usare l’impanatura,
per portare con sè la pietanza in caso di viaggi o battute di caccia.
Può darsi che l’Arancino all’inizio venisse usato come cibo da asporto anche da chi lavorava in campagna.

arancini alla siciliana

Gli Arancini sono dei timballi di riso con un ripieno di ragù e mozzarella, vengono poi chiusi, impanati e fritti.

Ingredienti:

  • 1 kg di riso superfino
  • 2,5 dl di brodo di carne (o dado)
  • 1 cipolla
  • 1 noce di burro

Ingredienti per il ripieno:

  • 500g di carne tritata bovina
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 600 ml di passata di pomodoro
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 200 g di mozzarella
  • olio
  • sale

Ingredienti per impanare:

  • pangrattato qb
  • 4 uova
  • 200 g di parmigiano grattuggiato

Ingredienti per friggere:

  • olio di semi di arachide

Preparazione Arancini alla siciliana:

In un tegame soffriggiamo la cipolla tritata finemente con il burro, aggiungiamo il riso e qualche cucchiaio di brodo, mescolate con un cucchiaio di legno e quando il brodo sarà assorbito andate ad aggiungerlo fino a completa cottura.

Lasciate raffreddare in una teglia, per qualche ora.

Intanto preparate il ragù, soffriggendo in un tegame la carota, la cipolla e il sedano tritati. Aggiungete la carne tritata, fate evaporare con il vino bianco e per ultima la passata di pomodoro. Lasciate cuocere a fuoco basso per almeno un’ ora. Il ragù deve risultare piuttosto denso.

Prendete una palla di riso ormai freddo e schiacciatelo sul palmo della mano, formate un incavo e mettete al centro un cucchiaio di ragù e qualche cubetto di mozzarella e poi chiudete con altro riso se necessario, dando la forma che preferite o a palla o a pera. Proseguite così fino ad esaurimento del riso.

Quindi sbattete in una ciotola le uova intere con un pizzico di sale e il parmigiano, immergetevi gli arancini ad uno ad uno e dopo passateli nel pangrattato.

Friggeteli in abbondante olio di semi bollente, in un tegame piuttosto alto, in modo che gli arancini siano sommersi.

Lasciateli scolare su carta assorbente.

Serviteli caldi.