Vai al contenuto

Il pesto italiano venduto nei supermercati all’estero

Il pesto è amato in tutto il mondo e sono tantissime le marche italiane che si possono trovare anche all’estero. Un condimento tipico di Genova, tanto semplice quanto buono, che è possibile trovare praticamente in qualsiasi supermercato del mondo.

Il pesto è fra i prodotti italiani più amati

Gli irriducibili fans del pesto puntano il dito contro quello confezionato che non è paragonabile a quello fresco fatto con i prodotti locali, però questo discorso vale per qualsiasi prodotto confezionato. Poi in quanti sono disposti a farsi il pesto in casa? Anche tantissimi italiani acquistano il barattolo di pesto al supermercato, questo la dice lunga sul favore che questo prodotto, anche se industriale, gode da parte dei consumatori.

Più che altro potrebbe essere un problema per gli italiani all’estero che potrebbero non trovare il loro marchio preferito. Forse era così fino a qualche anno fa, oggi è impossibile non trovare, non solo nelle catene alimentari più famose ma anche nei negozietti di paese, qualche barattolo di pesto.

Il pesto alla genovese continua ad essere uno dei più amati, però negli ultimi anni abbiamo visto scalare la vetta anche alcuni pesti che variano nel gusto e nel colore. In Italia siamo abituati ad usarlo esclusivamente come condimento per la pasta, eppure basta uscire dai confini nazionali per scoprire che viene utilizzato in un sacco di altre occasioni differenti.

Dal pesto rosso a quello bianco, il pesto con le noci e i pistacchi oppure quello a base di radicchio, carciofi o broccoli. Un’innovazione importante, dove le combinazioni inaspettate degli ingredienti sono state in verità molto apprezzate dai consumatori.

Fra i marchi che hanno maggiormente contribuito all’innovazione, portando ricette nuove che potessero essere apprezzate da una tipologia di consumatori sempre più variegata è stato il brand del pesto Tigullio, scelta che si è rivelata vincente visto che gli ha permesso di penetrare il mercato e raddoppiare il fatturato.

Crescita dei produttori italiani di pesto

L’estate 2020 ha visto le vacanze obbligate in Italia e i produttori italiani di pesto hanno visto un aumento delle vendite di circa il 5,9%, arrivando a 9 milioni di euro di entrate aggiuntive.

Sappiamo che è un mercato dal valore di ben 210 milioni di euro, comunque una tendenza a rialzo è sempre un buon indizio. Vi è un aumento del 5% anche nell’acquisto annuo da parte degli italiani, che sono disposti a spendere sempre di più per acquistarlo perché preferiscono affidarsi ai prodotti leader.

Il miglior pesto italiano da acquistare nei supermercati all’estero

Come tantissimi altri prodotti italiani, il pesto è molto imitato, perciò bisogna fare attenzione a nomi che rimandano al pesto ma che non ne hanno nulla a che fare, facendo attenzione sopratutto a quei marchi che hanno un nome vagamente italiano.

Non potendo fare un elenco di tutti questi marchi stranieri con nomi italiani vediamo quali sono le migliori marche che vendono pesto e che si possono trovare anche nei supermercati all’estero. In fin dei conti sono tanti gli italiani che vivono fuori e non vogliono certo rinunciare al sapore autentico della pasta al pesto.

Probabilmente sai già quali sono gli ingredienti utilizzati per la sua realizzazione: basilico, aglio, olio EVO, sale, pinoli, parmigiano reggiano e pecorino. Un condimento che devi preparare e consumare freddo in modo che tutti i suoi componenti mantengano le caratteristiche originarie.

I brand che producono il pesto alla genovese non offrono quello autentico. Basta leggere gli ingredienti per vedere che cambiano sempre qualcosa rispetto a quella originale. Questo però è normale, si tratta di prodotti industriali. Anche se non sono quelli originali rimangono lo stesso degli ottimi condimenti per la pasta. La lista che abbiamo preparato perciò non è composta da marchi che si basano sulla ricetta autentica del pesto alla genovese, però analizzando gli ingredienti di ognuno li abbiamo reputato i migliori.

Pesto fresco Giovanni Rana

Il pesto fresco di Giovanni Rana ha vinto e si è posizionato come il più buono. E’ l’unico dove all’interno ci sono i pinoli interi ed è composto da basilico genovese DOP.

E’ un pesto fresco perciò ha una durata di circa 50 giorni, molto più breve rispetto alle altre marche, e deve essere conservato sempre in frigorifero.

Pesto Buitoni

E’ tra i pesti più venduti in Italia e anche all’estero. Buitoni è un brand famoso praticamente in tutto il mondo e per molti è simbolo di qualità.

Il rapporto qualità-prezzo effettivamente è tra i migliori, specialmente da quando è stata rinnovata la ricetta con lo scopo di renderlo molto più cremoso. Lo puoi comprare nella versione da 80 grammi oppure da 130 grammi, con o senza aglio.

Tigullio

Il pesto Tigullio è prodotto da Star, un marchio fondamentale nella tradizione alimentare italiana. Recentemente è stata rinnovata la ricetta, con un pesto la cui consistenza è ancor più rustica e creosa. Al suo interno inoltre non c’è neanche l’aglio!

Barilla

Il pesto alla genovese Barilla è conosciuto in tutto il mondo. Adesso poi puoi acquistare anche il barattolo da 190 grammi con un’etichetta ridisegnata.

E’ un pesto profumato e dal buon gusto, però al suo interno i pinoli non ci sono e secondo noi sono un ingrediente indispensabile.

Saclà

Saclà è un brand storico nel settore alimentare italiano ed è conosciuto anche all’estero, basta pensare che è presente in più di 70 paesi e l’export copre il 50% di quello che l’azienda fattura.

Vince il titolo di pesto con più basilico perché è presente al 36%. Il profumo è intenso e molto particolare, capace di stupire tutti.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi