Tra i prodotti tipici della Calabria più noti ed apprezzati in Italia ed all’estero, il peperoncino calabrese è usato in tantissime specialità gastronomiche e piatti tradizionali.

Peperoncino

Le ricette con alla base questo ingrediente sono talmente tante che sarebbe impossibile elencarle tutte. I calabresi utilizzano il peperoncino fresco, sott’olio, in polvere e le portate interessate vanno dall’antipasto al dessert. La capsaicina è la sostanza a cui dobbiamo la tipica sensazione piccante su lingua e palato.

Le prime testimonianze dell’utilizzo del peperoncino vanno ricercate nelle popolazioni precolombiane del centro e sud America. All’epoca veniva usato soprattutto come conservante per cibi ed era considerato come una spezia preziosissima, quasi come fosse l’equivalente del sale nella cultura occidentale.
Importato in Europa dal nuovo mondo, la diffusione del peperoncino attecchì soprattutto in tutte quelle regioni calde o dal clima assimilabile a quello sudamericano.
E’ plausibile che fu l’influsso culturale dei Saraceni, unitamente alle condizioni favorevoli, a fare della Calabria la regione più piccante d’Italia, al punto che la Statistica Murattiana del 1811 cita il peperoncino di Calabria come metodo di conservazione per i cibi, considerandolo, alla stregua del mais, come prodotto fondamentale per la sopravvivenza del “basso popolo”.

Ad oggi il prodotto non è più considerato alimento per poveri ed è una risorsa economica, agricola e culturale di grande importanza per tutta la regione al punto che il peperoncino di Calabria è stato riconosciuto a livello nazionale ed internazionale, è tutelato come prodotto tradizionale ed ha ottenuto il marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta).

Trascendendo dal semplice utilizzo culinario, le proprietà salutari del peperoncino sono innumerevoli: grazie alla sua azione stimolante e vasodilatatrice, il consumo di peperoncino riesce a regolare la pressione sanguigna ed a migliorare la circolazione, ha proprietà antisettiche e favorisce la guarigione di ulcere ed infezioni del tratto gastro-intestinale, agendo in modo benefico anche sulla funzione digestiva. Grazie alle proprietà termogeniche ed all’azione stimolante sul metabolismo basale, il peperoncino risulta un alleato importante anche nelle diete dimagranti.

Non è raro imbattersi anche in prodotti particolari che utilizzino questo ingrediente, pensiamo a tutti i prodotti cosmetici a base di peperoncino o persino ai dolci ed alla cioccolata.

La fantasia dei ristoratori e dei cuochi calabresi ha portato a numerosi prodotti a base di peperoncino, alcuni davvero molto originali come la marmellata di peperoncino e il liquore.
Diffusissima, in tutto il territorio regionale, la cosiddetta “bomba calabrese”, un barattolo di peperoncini piccanti sott’olio corredata di involucro e miccia di cartoncino.

Portata alla cronaca da un famoso comico, come non citare la famosa nduja. Questo particolare insaccato il cui impasto è a base di carne di maiale e spezie, si concorda che prenda i natali nella zona di Tropea, nello specifico nel paese di Spilinga. Anche questo preparato ha origini antiche e viene impiegato in numerose ricette tradizionali, spesso abbinato ad un altro orgoglio locale come la cipolla di Tropea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *