Vai al contenuto

Mangiare pizza la sera fa male? Scopriamolo insieme

    Posso mangiare la pizza la sera? Ecco una delle domande che più frequentemente si sentono rivolgere i nutrizionisti e i dietologi da parte dei propri clienti. Gli italiani in particolar modo vedono la pizza come qualcosa di sacro, della quale non possono fare a meno.

    Quando arriva però il momento di ordinarne una, ecco che iniziano i sensi di colpa. Chi è a dieta o comunque tiene sott’occhio il proprio peso corporeo, tende a evitare questo piatto per paura di accumulare troppe calorie e ingrassare. C’è anche chi la evita perché tende a demonizzare un po’ troppo i carboidrati e chi invece ritiene che mangiarla a pranzo sia meglio che mangiarla la sera.

    Lo scopo di questo è articolo è sfatare alcuni miti e fare un po’ di chiarezza. Rispondiamo perciò in modo semplice e schietto se la pizza può essere mangiata la sera, a pranzo e quali sono gli effetti che tale alimento ha sull’organismo.

    Mangiare la pizza la sera fa male? No, però con un occhio di riguardo

    Probabilmente se ti stai facendo questa domanda sulla pizza è perché si tratta di uno dei tuoi alimenti preferiti e, adesso che hai iniziato la dieta, non vorresti davvero doverci rinunciare. Chiariamo subito una cosa, non devi demonizzare nessun tipo di alimento. Di base non ci sono alimenti che fanno ingrassare e altri che fanno dimagrire, tutto dipende semplicemente dalle calorie assunte e di conseguenza si parla di quantità.

    Un cibo particolarmente calorico perciò va consumato in modeste quantità, mentre uno poco calorico permette di mangiare porzioni un po’ più abbondanti. Nel caso della pizza, si tratta di un alimento che non fa male nel senso assoluto del termine, però si tratta di un piatto complesso e per questo motivo va mangiata con moderazione e attenzione.

    La pizza è un alimento completo, mangiandola infatti ottieni tutti i macronutrienti di cui hai bisogno, come le fibre, i grassi, le proteine e i carboidrati. Ciò non significa però che sia completamente equilibrato oppure che si possa pensare di seguire una dieta della pizza e mangiarla tutti i giorni. Una pizza contiene molti carboidrati e grassi, mentre è carente di proteine e fibra. Condendola per esempio con verdure e un po’ più di proteine invece, è possibile riequilibrarla.

    Tutta una questione di ingredienti

    Una pizza margherita da 300 grammi ha circa 810 kcal. Non supera perciò il fabbisogno calorico di una donna che si aggira intorno alle 1600 kcal. Perciò di base non fa ingrassare. Attenzione però, una pizza quattro formaggi da 300 grammi ha un apporto calorico decisamente più alto, già di parla di 990 kcal.

    Quindi se sei a dieta, una pizza non vale l’altra. Se è vero che una volta ogni tanto puoi concederti un piccolo sfizio e mangiare la tua pizza preferita, dall’altra parte fai attenzione a non trasformarla in un abitudine.

    Per equilibrare la pizza dal punto di vista dei macronutrienti invece, devi puntare su ingredienti migliori e salutari. Se c’è una carenza di fibre, aggiungi verdure. Se c’è una carenza di proteine, meglio aggiungere un po’ di tonno o bresaola, evitando invece gli alimenti grassi come la salsiccia, il prosciutto, il salame, etc.

    Per mangiare una pizza ancor più sana e ridurre al minimo l’apporto di grassi, la mozzarella andrebbe sostituita con la ricotta o con il parmigiano fuso. Oppure potresti decidere di mangiare una pizza rossa o semplicemente diminuire le dosi.

    La mozzarella è uno degli ingredienti più grassi della pizza e inoltre supera già di per sé le dosi giornaliere consigliate. Il problema però è che si tratta anche di uno degli ingredienti più amati, spesso le persone non chiedono di ridurne le dosi, ma piuttosto raddoppiarle.

    Meglio mangiare la pizza a pranzo piuttosto che a cena?

    Hai appena staccato da lavoro, è tardi e non hai voglia di cucinare. Stai pensando di mangiare una pizza, però i sensi di colpa ti assalgono perché ti hanno abituato a pensare che mangiare la pizza la sera fa male e ingrassare. Un’idea questa diffusa ed estesa anche a qualsiasi altra fonte di carboidrati.

    Così come una caloria resta pur sempre una caloria, indifferentemente dal fatto che provenga da una pizza o da una mela, non cambia nemmeno il suo peso se l’assumi di giorno o di sera. Vale a dire che se mangi una pizza per cena oppure per pranzo non cambia niente a livello calorico e non devi nemmeno far affidamento sul fatto che mangiare i carboidrati la sera sia da evitare.

    L’unica cosa che devi fare è calcolare quante calorie stai introducendo con quel pasto e se rientra nel tuo fabbisogno energetico giornaliero. Quindi se il tuo fabbisogno energetico è di 1600 kcal e mangi una pizza da 800 kcal, potrai assumere per il resto del giorno altre 800 kcal, oppure potrai suddividere nell’arco della settimana le calorie assunte con quella singola pizza o ancora potrai compensare andando a camminare, correre o praticare un po’ più di attività fisica in generale.

    Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi