Gourmet, dal latino “ġurmè” indica “ragazzo” solo successivamente il termine è stato incrociato con “Gourmand”, letteralmente “ghiottone” che con il tempo fino ai giorni d’oggi sta ad indicare un degustatore, un raffinato buongustaio.
Non è passato poi molto da quando la cucina Gourmet ha preso il sopravvento nella gastronomia, voluta e accettata ampiamente da un pubblico sempre più di intenditori che percepisce il cibo come unesperienza sensoriale che vale la pena di provare.

Macelleria gourmet

Ed ecco che la parola gourmet affianca anche la macelleria: prodotti gastronomici sapientemente lavorati da mani esperte che attraverso elaborate preparazioni mettono in scena uno spettacolo di prelibatezze culinarie che sembrano quasi opera d’arte.
La macelleria diventa un bistrò, la conferma arriva anche da Federcarni, federazione nazionale dei macellai che, durante l’appuntamento con iMeat, l’unica fiera italiana dedicata alla macelleria e alla gastronomia, ha posto un importante accento su questa tendenza optando per uno slogan che non lascia alcun dubbio sulla strada intrapresa: Tradizione, Arte e Passione.

La macelleria gourmet è anche una bottega etica dove c’è un totale controllo della filiera produttiva con un occhio di riguardo ai piccoli allevatori attenti al benessere e all’alimentazione naturale per garantire un prodotto finale sano e controllato.
Ma il gusto vuole la sua parte, ed è così che i titolari delle macellerie gourmet raccolgono la sfida di una proposta gastronomica sempre più inaspettata.
Guardare per credere: un banco delle meraviglie che si apre sotto gli occhi dei clienti, a loro la responsabilità di scegliere tra tagli sapienti e studiati e raffinate preparazioni secon- do le tradizioni regionali. E poi ancora le numerose tartare farcite con pesto, finocchi e fichi, cannoli di carne, sushi di vitello, hamburger speziati, valigini di pollo e molto altro ancora, tutto da portare a casa e poi cuocere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *