Vai al contenuto

Ricette al tartufo bianco: ecco alcune idee

    Il tartufo bianco o Tuber Magnatum Pico, è una varietà di tartufo rara e pregiata e il suo sapore è delicato e fragrante; esso cresce principalmente in Umbria, Marche e Abruzzo, dove viene raccolto manualmente dai tartufaioli, con l’ausilio di cani addestrati.

    In linea di massima le ricette a base di tartufo bianco sono molto semplici, in modo da non coprire il sapore delicato di questo fungo sotterraneo.

    Pronti a mettervi ai fornelli? Di seguito troverete 3 ricette da leccarvi i baffi! A tal proposito ringraziamo l’azienda La Spora che, dall’alto della loro esperienza nella realizzazione di prodotti al tartufo, ci ha fornito le indicazioni per realizzare queste gustose preparazioni.

    Il risotto al tartufo bianco

    Se sei un appassionato di primi piatti vegetariani, come il risotto ai carciofi, sicuramente apprezzerai Il risotto al tartufo bianco, che è una delle preparazioni più gustose e pregiate della cucina italiana.

    Si tratta di un primo piatto elegante e raffinato, ideale per le occasioni speciali. Il riso viene cotto in una salsa di brodo e condito con tartufo bianco, che conferisce alla preparazione un sapore intenso e deciso.

    Funghi freschi o conservati?

    Per preparare il risotto al tartufo bianco, potete utilizzare i funghi freschi o conservati, a seconda della disponibilità e stagionalità (qui un elenco dei funghi disponibili mese per mese). In ogni caso, è importante scegliere tartufi di alta qualità, provenienti da aziende specializzate

    Come preparare il risotto al tartufo bianco

    Per preparare il risotto al tartufo bianco, iniziate facendo tostare una cipolla tritata in una casseruola con un po’ di olio extravergine di oliva. Una volta che la cipolla è dorata, aggiungete 350 grammi di riso Arborio e fatelo tostare per qualche minuto, mescolando spesso.

    A questo punto, versate un bicchiere di vino bianco e lasciate evaporare. Continuate la cottura del risotto, aggiungendo un mestolo di brodo caldo alla volta, finché il riso non è pronto.

    Nel frattempo occupatevi del tartufo bianco: pulitelo bene con uno spazzolino morbido, poi tagliatelo a fettine sottili.

    Quando il riso è cotto, spegnete il fuoco e mantecate il risotto con il tartufo bianco grattugiato e una noce di burro. Servite il risotto ben caldo, guarnito con una spolverata di tartufo bianco grattugiato e accompagnato da un vino bianco, per esempio da questo ottimo vino bianco sardo.

    Carne al tartufo bianco

    La carne al tartufo bianco è una delle preparazioni più raffinate e gustose che si possono realizzare con questo pregiato ingrediente.

    Per preparare la carne al tartufo bianco è possibile utilizzare diverse tipologie di carne, come il filetto di manzo, il vitello o il maiale.

    Avrete bisogno dei seguenti ingredienti:

    • 300 g di carne di manzo (ad esempio, filetto o controfiletto)
    • Olio d’oliva, q.b.
    • Sale, q.b.
    • Pepe nero, q.b.
    • 1 spicchio d’aglio
    • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
    • 1 cucchiaino di farina
    • 1/2 tazza di brodo di carne
    • 1 cucchiaino di senape
    • Tartufo bianco, q.b.

    Preriscaldate il forno a 180°C. In una padella antiaderente, scaldate un po’ d’olio d’oliva a fuoco medio-alto. Condite la carne con sale e pepe, quindi mettetela nella padella e fate cuocere per 2-3 minuti per lato, finché non si è formata una crosticina dorata.

    Trasferite la carne in una teglia e mettetela in forno per circa 10 minuti, o finché non raggiunge la cottura desiderata. Nella stessa padella in cui è stata cotta la carne, fate rosolare l’aglio a fuoco medio per 1-2 minuti. Aggiungete il vino bianco e la farina, quindi mescolate bene.

    Aggiungete il brodo di carne e la senape, quindi mescolate di nuovo. Aggiungete il tartufo bianco grattugiato e mescolate ancora. Portate il sugo a ebollizione, quindi riducete il fuoco e fate addensare per 2-3 minuti. Togliete la carne dal forno e tagliala a fette. Servite la carne con il sugo al tartufo bianco.

    Quale vino scegliere?

    Ecco alcune opzioni per la scelta del vino da accompagnamento:

    Vino rosso: il vino rosso è spesso l’abbinamento più tradizionale per la carne. Optate per un vino rosso marchigiano corposo e strutturato, come ad esempio un Rosso Conero DOCG o un vino rosso veronese come il Bardolino superiore.

    Vino bianco: se preferite il vino bianco, optate per un vino aromatico, come ad esempio un Sauvignon Blanc o un Gewürztraminer.

    Vino rosato: se volete un’opzione intermedia, potete scegliere un vino rosato di buona struttura, come ad esempio un Pinot Nero o un Cabernet Franc.

    Tartine al tartufo bianco

    Le tartine al tartufo bianco sono una preparazione semplice ma molto gustosa che si può realizzare con questo pregiato ingrediente.

    Per preparare le tartine al tartufo bianco è necessario prima di tutto scegliere un pane di qualità, come ad esempio il pane a lievitazione naturale o il pane casereccio.

    Ecco gli ingredienti per preparare le tartine:

    • 8 fette di pane
    • Burro, q.b.
    • Formaggio fresco spalmabile (ad esempio, Philadelphia), q.b.
    • Tartufo bianco, q.b.
    • Prezzemolo tritato, q.b.

    Preriscaldate il forno a 180°C. Spalmate il burro su una faccia di ogni fetta di pane, quindi stendete sopra il formaggio fresco spalmabile. Grattugiate il tartufo bianco sopra il formaggio. Mettete le fette di pane in una teglia e cuocete per 5-10 minuti, o finché il burro non si è sciolto e il pane è diventato croccante. Se volete, spolverate le tartine con il prezzemolo tritato prima di servire.

    Le tartine al tartufo bianco sono perfette come aperitivo o come antipasto leggero, ma possono anche essere servite come piatto unico accompagnate da un’insalata mista o da altre verdure grigliate.

    Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi

    Copyright 2022 © Fornellindecisi.it - Tutti i diritti riservati.